Covid, Rete Artemisia Lab: “Attivate procedure per accertare le varianti del virus”

04/02/2022

(Adnkronos) – “La Rete Artemisia Lab, sempre in prima linea per garantire ai propri clienti qualità dei servizi e professionalità dei propri professionisti, ha messo in atto tutte le procedure per accertare le diverse varianti di Sars Cov-2, su richieste dei nostri pazienti”. Lo comunica Mariastella Giorlandino, amministratrice unica delle Reti Artemisia Lab. “Tale attività – sottolinea – è stata possibile grazie all’impegno profuso dai nostri biologi del Laboratorio di biologia molecolare, a seguito dell’ultima fase della pandemia, per monitorare l’evoluzione del virus”. 

“La RT-qpcr (tecnica gold standard per il rilevamento di Sars-CoV-2) – spiegano i biologi della rete – ci fornisce la quantificazione del materiale genomico virale, dove un segnale in fluorescenza aumenta in modo direttamente proporzionale alla quantità di acido nucleico virale che viene amplificato. Se il test è positivo, la fluorescenza (Rfu) raggiunge una determinata soglia in un certo numero di cicli. Questi cicli vengono definiti come Ct (cycle threshold) e sono inversamente proporzionali alla carica virale. Più è alto il valore del ciclo soglia, più è bassa la carica virale”. 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima