Manovra, FederlegnoArredo: “Su bonus edilizi serve prospettiva medio-lungo termine”

21/10/2021

“Lo abbiamo già detto alla vigilia del Consiglio dei Ministri e lo ripetiamo ancor di più oggi alla luce del dibattito in corso sul rinnovo dei bonus edilizi. Ben venga il rinnovo del Superbonus 110% deciso dal Governo, purché senza distinzioni fra condomini e unità singole, ma riteniamo altrettanto importante il rinnovo degli altri bonus edilizi in una prospettiva di lungo termine, che trasformi misure efficaci dalle forti limitazioni temporali, in misure a medio-lungo termine in grado di rispondere alle esigenze del mercato, dei cittadini e dell’efficientamento energetico degli edifici. Riteniamo, inoltre, che essi vadano estesi anche alle strutture ricettive così da favorire il processo di transizione ecologica”. Lo dichiara Claudio Feltrin, presidente di FederlegnoArredo. 

“In tal senso – spiega Feltrin – apprezziamo quanto dichiarato dalla sottosegretaria all’economia Maria Cecilia Guerra quando ha fatto riferimento a una fase di decalage dei bonus edilizi, sottolineando che la Manovra individuerà un percorso non solo fino a tutto il 2023 ma anche successivo proprio per dare una prospettiva pluriennale agli interventi agevolativi anche ordinari prorogati per il triennio”. 

“Una prospettiva a medio-lungo termine è la base su cui ogni imprenditore pianifica i propri investimenti. Lo stesso dicasi per le famiglie e le loro previsioni di spesa, ma di ampio respiro hanno bisogno anche le casse dello Stato. Da parte nostra – conclude Feltrin – piena disponibilità per individuare gli strumenti più adatti affinché misure che stanno facendo correre la nostra economia e contribuiscono alla transizione ecologica vengano davvero messe a sistema”, conclude. 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima