Covid, Andreoni: “Con variante Omicron fine pandemia? Presto per dirlo”

24/01/2022

(Adnkronos) – “Fare previsioni con un virus così variabile è sempre molto complicato. Credo che quello dell’Oms sia solo un auspicio ma, oggi, non ci sono elementi sufficienti per dire che con Omicron è arrivata la fine della pandemia. Tutta questa sicurezza potremmo averla tra un po’”. Così Massimo Andreoni, primario di infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), commenta all’Adnkronos Salute quanto affermato dal direttore generale dell’Oms per l’Europa, il quale ha detto che è “plausibile” che con la variante Omicron l’Europa “si stia avviando alla fine della pandemia”.  

“Certamente la variante Omicron ci sta facendo avvicinare molto a quelle che sono le caratteristiche di un virus circolante in una fase endemica – osserva Andreoni – e anche l’immunità che si sta raggiungendo con i vaccini e i guariti è indicativa di una endemia”. Secondo l’infettivologo “questo elemento non ci porta molte garanzie sul fatto che non si possa affacciare un’altra variante con caratteristiche che rendano i vaccini meno efficaci”, avverte.  

“La dose booster deve essere fatta anche dai più giovani che hanno fatto le due dosi e non solo dagli anziani e dai fragili – sottolinea Andreoni – I dati sul richiamo ci testimoniano l’efficacia del booster contro Omicron perché evita le ospedalizzazioni e le malattie gravi ma è molto contagiosa. Lo vedo da quello che avviene in ospedale, Omicron è meno patogena di Delta ma se non hai fatto il booster riesce a insinuarsi e in molti soggetti, magari con patologie pregresse, può creare dei problemi”. 

 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima