Covid Italia, nessun regione sopra soglia critica terapie intensive

27/08/2021

“Aumenta l’impatto della malattia Covid” in Italia “sui servizi ospedalieri ma, complessivamente, ancora al di sotto delle soglie di allerta”. E’ quanto rileva la bozza del monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute sull’andamento dell’epidemia Covid in Italia (periodo di riferimento 16-22 agosto). “Nessuna Regione/Provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva o area medica ai sensi del Dm Salute del 30 aprile 2020”, viene precisato.  

Il tasso di occupazione in terapia intensiva è però in aumento “al 5,7% (rilevazione giornaliera ministero della Salute), con il numero di persone ricoverate” che sale da 423 (17 agosto) a 504 (24 agosto). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale aumenta al 7,1%. Il numero di persone ricoverate in queste aree è in salita da 3.472 (17 agosto) a 4.036 (24 agosto)”.  

Nel monitoraggio anche un monito: sebbene “la trasmissibilità stimata sui casi sintomatici e sui soli casi ospedalizzati” sia “in diminuzione”, non è ancora “al di sotto della soglia epidemica”. L’Italia non è ancora sotto il livello di sicurezza. 

Condividi
News recenti

Save the date!

Giovedì 15 dicembre 2022, dalle ore 14:30 il dibattito “Rigeneriamo la PA – Il PNRR e le sfide Europee: la digitalizzazione, la semplificazione e le

La Manovra Meloni

La bozza presentata in PCM ora la parola al Parlamento. Il testo Manovra bollinato

Generated by Feedzy