Covid oggi Veneto, Zaia: “Zona bianca possibile tra 7-10 giorni”

08/02/2022

(Adnkronos) –
Veneto in zona bianca tra 7-10 giorni. E’ possibile secondo il governatore della regione Luca Zaia. “L’indice Rt è 1,12 – spiega in conferenza stampa – Le terapie intensive sono occupate al 15% e l’area medica al 25%. Abbiamo una proiezione a 7 giorni, con l’area medica al 20,9%. Per la terapia intensiva, il modello ci dà un valore dell’11,7%. Se tra 7 giorni avremo 33 ricoverati in meno in terapia intensiva, saremo all’11,7%. Sotto il 10%, in parole povere, la terapia intensiva ci porterebbe in zona bianca”. “E’ pensabile andare in zona bianca con il parametro della terapia intensiva – afferma quindi – Ragionevolmente, se le cose vanno un po’ meglio rispetto al modello, in 7-10 giorni potremmo essere in zona bianca”. “E’ innegabile che la curva sia in discesa. I numeri dei contagi sono ancora importanti, ma non provocano un’esplosione dell’ospedalizzazione, l’avremmo avuta senza le vaccinazioni”, osserva. 

Bollettino covid Veneto, oggi 8 febbraio
 

Sono 11.201 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 8 febbraio 2022, secondo numeri e dati covid del bollettino della regione. Registrati 41 morti. I dati tengono conto di aggiustamenti relativi al weekend. I nuovi casi sono stati rilevati su 143.276 tamponi, l’incidenza è al 7,82%. Gli attuali positivi nella regione sono 156.004. I pazienti covid ricoverati in ospedale sono 1.901 (+30). I malati in area non critica sono 1.745 (+34), mentre le persone in terapia intensiva sono 156 (-4).
 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima