Covid, Vedani (Planetaria Hotels): “Con ordinanza Speranza metà prenotazioni Natale cancellate, alberghi in ginocchio”

16/12/2021

“Io non entro nel merito delle decisioni di carattere sanitario del governo, ma quello che posso dire è che hanno avuto effetti catastrofici sul settore del turismo e sugli alberghi. Io sono proprietaria di 11 alberghi tra Milano, Roma, Firenze e Genova e solitamente nel periodo di Natale ne chiudo solo uno. Quest’anno credo che ne chiuderò 5 o 6, sto pensando di chiudere anche Firenze che non chiudo da 15 anni a Natale. Pensi che abbiamo ricevuto la cancellazione della metà delle prenotazioni che avevamo per questo periodo”. Così, con Adnkronos/Labitalia, Sofia Gioia Vedani, ad di Planetaria Hotels, commenta le ultime misure di contenimento della pandemia messe in campo dal governo, con l’ordinanza del ministro Speranza che fissa l’obbligo del tamponi per i cittadini europei che arrivano in Italia e la quarantena per i non vaccinati.  

“Io rispetto le decisioni del governo ma decisioni di questo tipo, sotto data, a ridosso del Natale e senza preavviso, creano solo incertezza, ansia e confusione. A non partire per il nostro Paese non saranno solo le categorie interessate dalle misure ma anche tanti altri. E l’effetto ci sarà anche sul turismo interno, sarà un disincentivo a muoversi. Stiamo avendo un tracollo dell’incoming, cancellazioni di pranzi e cene. E’ un disastro”, rimarca l’albergatrice che è anche nel consiglio direttivo di Confindustria Alberghi.  

Secondo Vedani gli effetti delle misure del governo saranno anche a lungo termine. “Il settore degli alberghi -sottolinea- si stava rialzando, ma dopo queste nuove misure sarà a breve nuovamente in ginocchio. Ne parlavamo ieri in Confindustria alberghi. Sarà un inverno molto duro per tutti noi, che inoltre non avremo neanche i fondi di sostegno ricevuti in passato. E per gli alberghi a conduzione familiare sarà una sciagura, con gli interessi stranieri pronti a farsi avanti”. 

E per L’albergatrice “dopo queste ultime misure il nostro Paese rischia di perdere il vantaggio di essere visto come un Paese sicuro, posizione raggiunta grazie alle misure introdotte dall’inizio della pandemia. Ma adesso l’obbligo del tampone e della quarantena per i non vaccinati avranno solo l’effetto di generare confusione e incertezza, con l’aumento di disdette e cancellazioni”, rimarca l’albergatrice.  

Per Vedani “queste ultime misure del governo hanno un effetto disastroso per il nostro settore, anche a lungo termine, perchè queste aperture e chiusure a singhiozzo avranno l’effetto di rendere sempre meno attrattivo lavorare in questo settore, con la conseguenza di perdere professionalità uniche sviluppate negli anni”. 

E secondo l’ad di Planetaria Hotels una misura che il governo dovrebbe prendere subito è ” che, dopo aver chiesto ai turisti europei l’obbligo del tampone per entrare in Italia dovrebbe mettere a disposizione tamponi gratuiti, e facilmente reperibili in qualsiasi momento, per tutto il periodo di permanenza nel nostro Paese e al momento della ripartenza. Non è possibile che noi albergatori dobbiamo fare il giro delle farmacie la domenica a caccia del tampone. E’ una cosa inaccettabile che non succede negli altri Paesi in cui i tamponi vengono messi a disposizione”, conclude.  

 

 

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima