Covid, virus in acque reflue cresciuto più del 30% in 2 settimane

02/07/2022

(Adnkronos) – Omicron 5 corre, i contagi Covid aumentano in Italia e oggi a far da ‘specchio’ a questo trend ci sono anche le fogne: “L’andamento nazionale delle concentrazioni di Sars-CoV-2 nelle acque reflue ha mostrato un ‘pericoloso aumento’ (>30%) nelle settimane 24 e 25 del 2022 (periodo 13-26 giugno), rispetto alle settimane precedenti. La stessa tendenza all’aumento è stata documentata nella maggior parte delle regioni/province autonome”. E’ quanto si legge nell’ultimo bollettino Iss sulla sorveglianza del coronavirus pandemico nelle acque di scarico.  

L’analisi è stata effettuata dal network nazionale di sorveglianza ambientale di Sars-CoV-2 su campioni di acque reflue raccolti in 20 regioni/pa. “Alla settimana 25 (26 giugno) – riporta l’Istituto superiore di sanità – sono stati prelevati in totale 6.475 campioni”, di cui “6.451 sono stati analizzati per Sars-CoV-2 e l’87,2% era positivo”, con punte del 100% in Umbria e nella Pa di Bolzano, di oltre il 99% nella Pa di Trento e del 98% o più in Calabria e Veneto. Sopra il 90% anche Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia e Valle d’Aosta. 

“L’incremento delle concentrazioni virali nelle acque reflue – commenta l’Iss – è in linea con l’aumento dei casi osservato in quasi tutte le regioni, trainato dalla diffusione della sottovariante Omicron BA.5”. 

Condividi
News recenti

Save the date!

Giovedì 15 dicembre 2022, dalle ore 14:30 il dibattito “Rigeneriamo la PA – Il PNRR e le sfide Europee: la digitalizzazione, la semplificazione e le

La Manovra Meloni

La bozza presentata in PCM ora la parola al Parlamento. Il testo Manovra bollinato

Generated by Feedzy