Quarta dose, Bassetti: “Sì a sanitari, vorrei non si parlasse più di obblighi”

09/07/2022

(Adnkronos) – Mentre si dibatte di un’eventuale estensione della platea della quarta dose di vaccino anti-Covid ad altre categorie e fasce di popolazione, come sarebbe opportuno muoversi sui sanitari? “Io vorrei non sentire più parlare di obblighi, perché ovviamente” ora la situazione è diversa e “l’anno scorso non avevamo in mano dati così forti come abbiamo oggi sull’efficacia di questo vaccino e sulla riduzione della mortalità e quant’altro. E’ evidente che se c’è una categoria che probabilmente deve essere vaccinata” con il secondo booster “per il lavoro che fa sono gli operatori sanitari”. A spiegarlo all’Adnkronos Salute è Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. 

“Ma personalmente – riflette – credo che l’obbligo non dovrebbe riguardare solo la vaccinazione per Covid, ma anche la vaccinazione antinfluenzale e una serie di altre vaccinazioni sono fondamentali per chi lavora in ambito ospedaliero a contatto con i pazienti. Credo allora che su questo si debba fare un’osservazione generalizzata più che focalizzata sul discorso del Covid”.  

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima