Vismara (Assobagno): “Ecobonus ha riportato attenzione sulla casa”

12/10/2021

“Abbiamo sofferto forse meno di altri settori, anche se c’è stata una perdita dell’11% del mercato, e quindi una contrazione c’è stata. La ripartenza è stata però abbastanza importante e un fattore importante è stato sicuramente l’ecobonus, che non tocca direttamente il nostro prodotto, ma che ha riportato il focus e l’attenzione sul concetto di rimettere a posto la casa, stimolando l’acquisto di arredi e materiali”. Lo dice ad Adnkronos/Labitalia Elia Vismara, presidente di Assobagno, aggiungendo che “la permanenza più o meno forzata in casa e un po’ di risparmio accantonato nei mesi in cui non si poteva fare nulla o quasi, ha dato un po’ di stimolo a sistemare situazioni magari pendenti”. 

Per quanto riguarda invece il bonus idrico, ossia quel bonus di 1.000 euro erogato per i sanitari in ceramica e la rubinetteria che limitano la quantità d’acqua usata, è importante, dice Vismara, perché “va a portare in ambito domestico piccole manovre che sembrano insignificanti, ma che invece vanno a creare un risparmio di acqua”. 

Da un punto di vista economico, aggiunge, “sono stati stanziati 20 mln di euro e prevediamo che si esauriranno subito: non penso che questo bonus muoverà grandi cifre, ma certamente agirà sull’attenzione del consumatore”. “E’ una misura che può incentivare un cambio di mentalità e per questo chiediamo che il bonus idrico venga rinnovato anche per il 2022”, conclude Vismara.  

Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima