Tavolo rinnovo CCNQ – Report riunione 5 ottobre

05/10/2021

La delegazione CODIRP (Cignarelli, Fratta, D’Intino, Lucà) ha partecipato questa mattina al Tavolo per il rinnovo del CCNQ Aree e Comparti. Le Confederazioni della dirigenza si sono espresse in modo piuttosto frastagliato. La nostra posizione è stata di inquadrare lo straripamento delle norme denunciato da diverse confederazioni oggi sulle materie contrattuali in un contesto generale che vede quotidiani interventi normativi, anche di rango non legislativo, in materie riservate alla contrattazione e che quello di cui si discute è uno degli interventi effettuati. Per coerenza dobbiamo, quindi, fare le medesime considerazioni per tutti gli interventi in corso. Abbiamo in ogni caso espresso fiducia nei confronti del Tavolo e della Presidenza dell’ARAN che si è dimostrata fino ad ora attenta a preservare le prerogative contrattuali perché sappia fare sintesi a portare a conclusione l’accordo non più procrastinabile. Abbiamo anche proposto che, proprio per dare priorità al Tavolo negoziale, si potrebbero avviare le trattative della dirigenza a partire dalle Aree già completate.

Il Presidente in chiusura ha ribadito di dover continuare a cercare la massima condivisione del testo. Convocherà il Tavolo tra 3 o 4 settimane e ha preannunciato che, laddove non arrivassero aggiornamenti, proporrà un testo per prossima riunione ad assetto normativo vigente, fermo restando che mutamenti normativi successivi potrebbero comunque essere presi in considerazione. Per la verità, nelle conclusioni ha fatto anche un passaggio su possibilità di aprire le trattative intanto per le aree dirigenziali definite.

 

Scritto da: Loredana Ulivi
Condividi
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp
Share on email
News recenti

Tiziana Cignarelli a La verità

“Avevamo espresso dei dubbi sull’impianto del PNRR, che andava molto a gerarchizzare la gestione centrale. L’eccessiva lunghezza della catena di domanda sta provocando della forti

APPROVATO L’EMENDAMENTO SULLE SEDI NEODIMENSIONATE

Dirigenti Scuola: “Una vicenda spinosa che culmina, finalmente, nell’inequivocabile chiarimento da parte del legislatore. Motivo per il quale, già a seguito dell’approvazione dell’emendamento in prima