CARO ENERGIA: RAFFORZARE SMART WORKING CONTRO EMERGENZA

30/08/2022

ROMA, 30 AGO – Riteniamo che lo smart working possa essere uno strumento necessario per contribuire a contrastare l’emergenza energetica e il conseguente caro-bollette. Per questo chiediamo che sia inserito un apposito emendamento nel dl Aiuti bis, in discussione in queste settimane al Senato.
Lo afferma Tiziana Cignarelli. «Concordiamo con le proposte avanzate già da Assotelecomunicazioni-Asstel e da alcune forze politiche e lo ribadiremo nelle prossime audizioni previste in Parlamento. Flepar e Codirp già da tempo sostengono importanza dello smartworking, evidenziando le negative conseguenze della scelta di drastica riduzione operata dalle ultime norme nel settore pubblico (ma anche nel settore privato si poteva fare di più). Il lavoro agile va invece riportato a modalità ordinaria della prestazione lavorativa, presentando vantaggi sotto molteplici e importanti profili: salute, digitalizzazione, servizi facilitati per i cittadini, risparmi energetici sia nei trasporti e nella mobilità, sia negli uffici pubblici, meno disagevoli e ben più ampie ed efficaci delle ipotizzate misure di diminuzioni dei gradi di temperatura in ambienti chiusi e uffici e di anticipazione delle chiusure di negozi e uffici».

La Presse

ANSA

Scritto da: Loredana Ulivi
Foto Ansa
Condividi
News recenti